Comune di ATTIGLIANO

Ufficio Commercio

INDICE DEI SERVIZI
COMMERCIO:
 
1) COMMERCIO IN FORMA ITINERANTE
2)  ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO-MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA
3) ESERCIZI DI VICINATO APERTURA TRASFERIMENTO SUBINGRESSO VARIAZIONI CESSAZIONI
4) FARMACI DA BANCO-AUTOMEDICAZIONE
5) FORME SPECIALI DI VENDITA AL DETTAGLIO-COMMERCIO PRODOTTI PER MEZZO DI APPARECCHI AUTOMATICI
6) FORME SPECIALI DI VENDITA AL DETTAGLIO-SPACCI INTERNI
7) FORME SPECIALI DI VENDITA-COMMERCIO ELETTRONICO
8) FORME SPECIALI DI VENDITA-VENDITA PER CORRISPONDENZA TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI
9) FORME SPECIALI DI VENDITA-VENDITA PRESSO IL DOMICILIO DEI CONSUMATORI
10) GIORNALI E RIVISTE
11) PANIFICI
12) PRODUTTORI AGRICOLI
13) VENDITA COSE ANTICHE E USATE
 
 
COMMERCIO ATTIVITÀ ARTIGIANALI:
 
14) ACCONCIATORI
15) ESTETISTA
16) NOLEGGIO CON CONDUCENTE
17) NOLEGGIO SENZA CONDUCENTE
18) SERVIZIO TAXI
19)TINTO-LAVENDERIA
 
 
COMMERCIO ATTIVITÀ RICETTIVE:
 
20) AFFITTACAMERE-CASE PER FERIE
21) ATTIVITÀ AGRITURISTICA
22) ATTIVITÀ ALBERGHIERA
23) ATTIVITÀ TURISTICHE ALL'APERTO
24) BED AND BREAKFAST
25) COUNTRY HOUSE
26) RESIDENZE TURISTICO-ALBERGHIERE
 
 
COMMERCIO CIRCOLI PRIVATI:
 
27) ASSOCIAZIONI E CIRCOLI CON STATUTO CONFORME AL TUIR CHE ADERISCONO A ENTI O ORGANIZZAZIONI NAZIONALI
28) ASSOCIAZIONI E CIRCOLI CON STATUTO NON CONFORME AL TUIR CHE ADERISCONO A ENTI O ORGANIZZAZIONI NAZIONALI
29) ASSOCIAZIONI E CIRCOLI CON STATUTO CONFORME AL TUIR CHE NON ADERISCONO A ENTI O ORGANIZZAZIONI NAZIONALI
30) ASSOCIAZIONI O CIRCOLI CON STATUTO NON CONFORME AL TUIR CHE NON ADERISCONO A ENTI O ORGANIZZAZIONI NAZIONALI
 
 
COMMERCIO PUBBLICI ESERCIZI:
 
31) ESERCIZI PUBBLICI-APERTURA
32) ESERCIZI PUBBLICI-PARTICOLARI ATTIVITÀ DI SOMMINISTRAZIONE
33) ESERCIZI PUBBLICI-RADIO NASTRI CD
34) ESERCIZI PUBBLICI-SALE GIOCHI
35) ESERCIZI PUBBLICI-SOSPENSIONE ATTIVITÀ
36) ESERCIZI PUBBLICI-SUBINGRESSO-VARIAZIONI-CESSAZIONE
37) ESERCIZI PUBBLICI-TRASFERIMENTI DI SEDE
 
 
COMMERCIO POLIZIA AMMINISTRATIVA:
 
38) AGENZIE D'AFFARI
39) ATTIVITÀ DELLO SPETTACOLO VIAGGIANTE
40) ESERCIZI PUBBLICI-APPARECCHI AUTOMATICI
41) ESERCIZI PUBBLICI-PUBBLICO SPETTACOLO
42) ESERCIZI PUBBLICI-PUBBLICO SPETTACOLO TEMPORANEO
43) ESERCIZI PUBBLICI-SALE GIOCHI
44) NOLEGGIO AUTOBUS CON CONDUCENTE
45) PUBBLICA SICUREZZA-APPARATI RICETRASMITTENTI DI DEBOLE POTENZA
46) PUBBLICA SICUREZZA-FALO TRADIZIONALE
47) PUBBLICA SICUREZZA-FOTOGRAFI AMBULANTI E STUDI FOTOGRAFICI
48) PUBBLICA SICUREZZA-FUOCHI D'ARTIFICIO
49) PUBBLICA SICUREZZA-INTERNET POINT E PHONE CENTER
50) PUBBLICA SICUREZZA-ISTRUTTORE TIRO A SEGNO-DIRETTORE
51) PUBBLICA SICUREZZA-LOTTERIA TOMBOLA PESCA BENEFICENZA
52) PUBBLICA SICUREZZA-MESTIERE DI FOCHINO
53) PUBBLICA SICUREZZA-OSPITALITA STRANIERI
54) PUBBLICA SICUREZZA-PALESTRE
55) PUBBLICA SICUREZZA-RIMESSA VEICOLI
56) PUBBLICA SICUREZZA-RIPRESE CINEMATOGRAFICHE
57) PUBBLICA SICUREZZA-STRUMENTI DA PUNTA E TAGLIO
58) PUBBLICA SICUREZZA-TIPOGRAFIA E ARTI GRAFICHE
 
1) Commercio in forma itinerante
  
DESTINATARI
 
Imprenditori che intendono svolgere attività di commercio al dettaglio su aree pubbliche in forma itinerante su tutto il territorio nazionale.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Testo Unico Leggi di P.S. R.D. N. 773/31 T.U.L.P.S.
D.Lgs. 26 marzo 2010, n. 59
Legge regionale che disciplina la materia
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
2) Esercizi di commercio al dettaglio - Medie e grandi strutture di vendita
  
DESTINATARI
Imprenditori che intendono:
- aprire
- trasferire
- effettuare aggiunta di settore merceologico, 
- ampliare la superficie 
in una media-grande struttura di vendita al dettaglio (esercizio con superficie di vendita superiore a 150/250 mq.)
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la domanda di persona, per posta o a mezzo fax presso l'ufficio sotto indicato, utilizzando l'apposita modulistica.
La domanda deve essere firmata dal titolare/legale rappresentante dell'attività.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
L'attività può essere iniziata al rilascio dell'autorizzazione amministrativa (90 gg.).
In caso di incompletezza della documentazione possono essere richieste integrazioni; il decorso dei termini viene interrotto e decorre dalla data di presentazione dei documenti richiesti.
Nel caso la documentazione allegata alla comunicazione sia incompleta sono previste sospensioni del procedimento.
SILENZIO ASSENSO
90 gg., per medie strutture di vendita.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
D.Lgs. 114 del 31 marzo 1998
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
Altri procedimenti eventualmente collegati:
- Autorizzazione Sanitaria: quando necessaria, la richiesta può essere presentata contestualmente alla domanda di apertura - trasferimento - ampliamento - estensione di settore merceologico; il suo ottenimento è indispensabile per l'inizio dell'attività;
- Opere edilizie da realizzarsi sui locali destinati all'esercizio dell'attività e certificato di abitabilità: le opere edilizie devono essere svolte ed ultimate prima della presentazione delle comunicazioni e domande, i locali devono altresì essere in possesso del certificato di abitabilità o equipollente; la richiesta per le opere edilizie deve essere presentata dal proprietario dei locali. 
- Certificato di prevenzione incendi: devono richiederlo gli esercizi che trattano materiali pericolosi e/o infiammabili, in quantitativi superiori a quelli stabiliti dalla normativa antincendio e gli esercizi aventi superficie lorda di oltre 400 mq; 
 
3) Esercizi di vicinato: Apertura, Trasferimento, Subingresso, Variazioni, Cessazioni
  
DESTINATARI
 
Imprenditori che intendono svolgere attività di commercio al minuto su aree private.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purché il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
D.Lgs. n. 114/1998.
D.Lgs. 26 marzo 2010, n.59-Attuazione della direttiva 2006/123/CE, meglio conosciuta come direttiva Bolkestein.
 
NOTE
 
Sono esercizi di vicinato gli esercizi con una superficie di vendita inferiore a 150 mq nei comuni con popolazione inferiore a 10.000 abitanti e a 250 mq nei comuni con popolazione superiore a 10.000 abitanti.
 
4) Farmaci da banco - Automedicazione
  
DESTINATARI
 
Imprenditori che intendono aprire un'attività di vendita al pubblico di farmaci da banco o di automedicazione.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line; continuerà, in ogni caso, a essere possibile presentare tutti i tipi di pratica secondo le consuete modalità, su modello cartaceo, recandosi allo sportello unico o spedendo la segnalazione a mezzo posta.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
Il diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 19 legge 241/1990
Art. 5 D.L. 4 luglio 2006, n. 223, convertito con modificazioni da legge 4 agosto 2006, n. 248
Art. 9-bis D.L. 18 settembre 2001, n. 347, convertito con modificazioni da legge 16 novembre 2001, n. 405
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
5) Forme speciali di vendita al dettaglio - Commercio prodotti per mezzo di apparecchi automatici
 
DESTINATARI
 
Imprenditori che intendono installare distributori automatici per la vendita al dettaglio di prodotti alimentari/ non alimentari.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELL DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività presso il SUAP utilizzando l'apposita modulistica, depositandola presso l'ufficio protocollo del Comune di persona o inviandola per posta.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
L'attività può essere iniziata immediatamente dalla data della segnalazione. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà archiviata.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
D.Lgs. 114 del 31 marzo 1998.
D.Lgs. 26 marzo 2010, n.59-Attuazione della direttiva 2006/123/CE, meglio conosciuta come direttiva Bolkestein.
 
6) Forme speciali di vendita al dettaglio - Spacci interni
  
DESTINATARI
 
Imprenditori aprire uno spaccio interno di vendita al dettaglio di prodotti a favore di dipendenti da enti o imprese, pubblici o privati, di militari, di soci di cooperative di consumo, di aderenti a circoli privati, nonché la vendita nelle scuole e negli ospedali.
 
Modalità di presentazione della domanda
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purché il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
D.Lgs. n. 114/1998.
D.Lgs. 26 marzo 2010, n.59-Attuazione della direttiva 2006/123/CE, meglio conosciuta come direttiva Bolkestein.
 
NOTE
 
La SCIA non prevede bolli.
La vendita deve essere effettuata in locali non aperti al pubblico, che non abbiano accesso dalla pubblica via, a favore di coloro che hanno titolo ad accedervi.
 
7) Forme speciali di vendita - Commercio elettronico
  
DESTINATARI
 
Imprenditori che intendono svolgere attività di commercio tramite reti telematiche.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Testo Unico Leggi di P.S. R.D. N. 773/31 T.U.L.P.S.
D.Lgs. 26 marzo 2010, n. 59
Legge regionale che disciplina la materia
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
8) Forme speciali di vendita - Vendita per corrispondenza, televisione o altri sistemi di comunicazione
  
DESTINATARI
 
Imprenditori che intendono vendere prodotti al dettaglio per corrispondenza, a mezzo televisione o altro sistema di comunicazione.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purché il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
D.Lgs. 114 del 31 marzo 1998.
D.Lgs. 26 marzo 2010, n.59-Attuazione della direttiva 2006/123/CE, meglio conosciuta come direttiva Bolkestein.
 
NOTE
 
La SCIA non prevede bolli.
Chi effettua le vendite tramite televisione per conto terzi deve essere in possesso della licenza prevista dall'articolo 115 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, approvato con regio decreto 18 giugno 1931, n. 773.
Alle vendite si applicano le disposizioni di cui al decreto legislativo 15 gennaio 1992, n. 50, in materia di contratti negoziati fuori dei locali commerciali.
 
9) Forme speciali di vendita - Vendita presso il domicilio dei consumatori
  
DESTINATARI
 
Imprenditori che intendono esercitare la vendita al dettaglio o la raccolta di ordinativi di acquisto presso il domicilio dei consumatori.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purché il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
D.Lgs. 114 del 31 marzo 1998.
D.Lgs. 26 marzo 2010, n.59-Attuazione della direttiva 2006/123/CE, meglio conosciuta come direttiva Bolkestein.
 
NOTE
 
La SCIA non prevede bolli.
Il soggetto che intende avvalersi per l'esercizio dell'attività di incaricati, ne comunica l'elenco all'autorità di pubblica sicurezza del luogo nel quale ha la residenza o la sede legale e risponde agli effetti civili dell'attività dei medesimi.
 
10) Giornali e riviste
  
DESTINATARI
 
Imprenditori che intendono esercitare l'attività di vendita di giornali e riviste presso punti di vendita esclusivi o non esclusivi. Sono punti di vendita non esclusivi quelli attivati presso:
rivendita generi di monopolio - rivendita di carburanti con superficie almeno di mq 1.500 - esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, inclusi quelli posti nelle aree di servizio delle autostrade e nell'interno di stazioni ferroviarie, aeroportuali e marittime - medie, grandi strutture di vendita o centro commerciale con superficie di vendita almeno pari a mq 700 - esercizi adibiti prevalentemente alla vendita di libri, con superficie di vendita almeno pari a mq 120 - esercizi a prevalente specializzazione di vendita, esclusivamente per riviste di identica specializzazione.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on.line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività. In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
D.C.R./ D.G.R. ......... (dovrà essere indicata se la Regione di riferimento avrà disciplinato la materia)
Legge 108/1999
D.lgs. 170/2001
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
Avvio Attività/Trasferimento/Ampliamento
866700.T.1 - Scia di Punto Vendita Esclusivo/Non Esclusivo
Subingresso
866700.T.2 - Scia subingresso di Punto Vendita Esclusivo/Non Esclusivo
Cessazione Attività
866700.T.3 - Cessazione attività di Punto Vendita Esclusivo/Non Esclusivo
 
11) Panifici
 
  
DESTINATARI
 
Imprenditori che intendono aprire un esercizio di panificazione.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line; continuerà, in ogni caso, a essere possibile presentare tutti i tipi di pratica secondo le consuete modalità, su modello cartaceo, recandosi allo sportello unico o spedendo la segnalazione a mezzo posta.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 19 legge 241/1990
Art. 4, comma 2, D.L. 4 luglio 2006, n. 223, convertito con modificazioni da legge 4 agosto 2006, n. 248
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
12) Produttori agricoli
  
DESTINATARI
 
Produttori che intendono avviare un'attività di vendita al dettaglio di prodotti agricoli.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line; continuerà, in ogni caso, a essere possibile presentare tutti i tipi di pratica secondo le consuete modalità, su modello cartaceo, recandosi allo sportello unico o spedendo la segnalazione a mezzo posta.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 19 legge 241/1990
D.Lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (art. 4)
D.Lgs. 31 marzo 1998, n. 114
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
13) Vendita cose antiche e usate
  
DESTINATARI
 
Imprenditori che intendono svolgere attività di vendita di cose antiche o usate.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Requisiti morali e/o professionali previsti dall'art. 5 del D.lgs. 114/98 e dal T.U.L.P.S.
Art. 126 T.U.L.P.S.
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false
 
14) Acconciatori
  
DESTINATARI
 
Imprenditori che intendono esercitare l'attività professionale di acconciatore, comprendente tutti i trattamenti e i servizi volti a modificare, migliorare, mantenere e proteggere l'aspetto estetico dei capelli, nonché il taglio e il trattamento estetico della barba e ogni altro servizio inerente o complementare.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 2, comma 2, legge 17 agosto 2005, n. 174, come sostituito dall'art. 77 d. lgs. 26 marzo 2010, n. 59.
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
15) Estetista
  
DESTINATARI
 
Imprenditori che intendono esercitare l'attività professionale di estetista, comprendente tutte le prestazioni e i trattamenti eseguiti sulla superficie del corpo umano, il cui scopo esclusivo o prevalente sia quello di mantenerlo in perfette condizioni e di migliorare e proteggere l'aspetto estetico, modificandolo attraverso l'eliminazione o l'attenuazione degli inestetismi presenti.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività. In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 2 legge 4 gennaio 1990, n. 1, come sostituito dall'art. 78 D.Lgs. 26 marzo 2010, n. 59.
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
16) Noleggio con conducente
  
DESTINATARI
 
Soggetto che intende esercitare il servizio di noleggio con conducente.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la domanda utilizzando l'apposita modulistica recandosi allo sportello unico o spedendo la segnalazione a mezzo posta.
La domanda deve essere sottoscritta dall'interessato.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
L'attività può essere iniziata dal momento del rilascio dell'autorizzazione rilasciata ai sensi dell'art. 20 della legge 241/90 o decorso il termine per il silenzio assenso. In caso di incompletezza della documentazione potranno essere richieste integrazioni, con interruzione del decorso del termine di conclusione del procedimento, che tornerà a decorrere dalla data di presentazione dei documenti richiesti.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 20 legge 241/1990
Regio Decreto n. 773/1931 - TULPS
Legge 15 gennaio 1992, n. 21
D.Lgs. 30 aprile 1992, n.285
d.P.R. n. 495/1992
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
17) Noleggio senza conducente
  
DESTINATARI
 
Imprenditori che intendono avviare un'attività di noleggio di veicoli senza conducente.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA 
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 19 legge 241/1990
R.D. 18 giugno 1931, n. 773 - TULPS
d.P.R. 19 dicembre 2001 n. 481
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
18) Servizio di taxi
  
DESTINATARI
 
Persona fisica che intende esercitare l'attività di taxista
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la domanda utilizzando l'apposita modulistica recandosi allo sportello unico o spedendo la segnalazione a mezzo posta.
La domanda deve essere sottoscritta dall'interessato.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
L'attività può essere iniziata dal momento del rilascio dell'autorizzazione rilasciata ai sensi dell'art. 20 della legge 241/90 o decorso il termine per il silenzio assenso. In caso di incompletezza della documentazione potranno essere richieste integrazioni, con interruzione del decorso del termine di conclusione del procedimento, che tornerà a decorrere dalla data di presentazione dei documenti richiesti.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 20 legge 241/1990
Regio Decreto n. 773/1931 - TULPS
Legge 15 gennaio 1992, n. 21
D.Lgs. 30 aprile 1992, n.285
d.P.R. n. 495/1992
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
19) Tinto-lavanderia
  
DESTINATARI
 
Imprenditori che intendono esercitare l'attività professionale di tintolavanderia, eseguendo i trattamenti di lavanderia, di pulitura chimica a secco e a umido, di tintoria, di smacchiatura, di stireria, di follatura e affini, di indumenti, capi e accessori per l'abbigliamento, di capi in pelle e pelliccia, naturale e sintetica, di biancheria e tessuti per la casa, a uso industriale e commerciale, nonchè a uso sanitario, di tappeti, tappezzeria e rivestimenti per arredamento, nonchè di oggetti d'uso, articoli e prodotti tessili di ogni fibra.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO

 
Legge 22 febbraio 2006, n. 84;
art. 79 D.Lgs. 26 marzo 2010, n. 59.
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
20) Affittacamere - Case per ferie
  
DESTINATARI
 
Imprenditori o privati cittadini che intendono esercitare l'attività di affittacamere o aprire case per ferie.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività. In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Testo Unico Leggi di P.S. R.D. N. 773/31 T.U.L.P.S.
Art. 83 D.Lgs. 26 marzo 2010, n. 59
Legge regionale che disciplina la materia
 
NOTE
 
- Opere edilizie da realizzarsi sui locali destinati all'esercizio dell'attività e certificato di abitabilità: le opere edilizie devono essere svolte e ultimate prima della presentazione delle comunicazioni e domande, i locali devono altresì essere in possesso del certificato di abitabilità o equipollente, la richiesta per le opere edilizie deve essere presentata dal proprietario dei locali
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
21) Attività agrituristica
  
DESTINATARI
 
Soggetti che intendono aprire una struttura agrituristica.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Testo Unico Leggi di P.S. R.D. N. 773/31 T.U.L.P.S.
Art. 83 D.Lgs. 26 marzo 2010, n. 59
Legge regionale che disciplina la materia
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
22) Attività alberghiera
  
DESTINATARI
 
Imprenditori che intendono aprire/modificare una struttura ricettiva alberghiera.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività. In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Testo Unico Leggi di P.S. R.D. N. 773/31 T.U.L.P.S.
Art. 83 D.Lgs. 26 marzo 2010, n. 59
Legge regionale che disciplina la materia
 
NOTE 
 
Altri procedimenti utili:
- Opere edilizie da realizzarsi sui locali destinati all'esercizio dell'attività e certificato di abitabilità: le opere edilizie devono essere svolte e ultimate prima della presentazione delle comunicazioni e domande, i locali devono altresì essere in possesso del certificato di abitabilità o equipollente, la richiesta per le opere edilizie deve essere presentata dal proprietario dei locali
- Certificato di prevenzione incendi: devono richiederlo gli esercizi ricettivi che hanno oltre 25 posti letto.
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
23) Attività turistiche all'aperto
  
DESTINATARI
 
Soggetti che intendono aprire una struttura ricettiva all'aria aperta (camping).
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Testo Unico Leggi di P.S. R.D. N. 773/31 T.U.L.P.S.
Art. 83 D.Lgs. 26 marzo 2010, n. 59
Legge regionale che disciplina la materia
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
24) Bed and Breakfast
  
DESTINATARI
 
Coloro che intendono aprire un'attività di servizi per l'ospitalità - bed e breakfast (alloggio e prima colazione).
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Testo Unico Leggi di P.S. R.D. N. 773/31 T.U.L.P.S.
Art. 83 D.Lgs. 26 marzo 2010, n. 59
Legge regionale che disciplina la materia
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
25) Country House
 
  
DESTINATARI
 
Coloro che intendono svolgere attività ricettiva in residenze rurali.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Testo Unico Leggi di P.S. R.D. N. 773/31 T.U.L.P.S.
Art. 83 D.Lgs. 26 marzo 2010, n. 59
Legge regionale che disciplina la materia
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
 
26) Residenze turistico alberghiere
 
DESTINATARI
 
Imprenditori che intendono aprire/modificare una struttura ricettiva alberghiera.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività. In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Testo Unico Leggi di P.S. R.D. N. 773/31 T.U.L.P.S.
Art. 83 D.Lgs. 26 marzo 2010, n. 59
Legge regionale che disciplina la materia
 
NOTE
 
Altri procedimenti utili:
- Opere edilizie da realizzarsi sui locali destinati all'esercizio dell'attività e certificato di abitabilità: le opere edilizie devono essere svolte e ultimate prima della presentazione delle comunicazioni e domande, i locali devono altresì essere in possesso del certificato di abitabilità o equipollente, la richiesta per le opere edilizie deve essere presentata dal proprietario dei locali
- Certificato di prevenzione incendi: devono richiederlo gli esercizi ricettivi che hanno oltre 25 posti letto.
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
27) Associazione e circoli con statuto conforme al TUIR che aderiscono ad enti o organizzazioni nazionali
  
DESTINATARI
 
Presidenti/soci di circoli privati che intendono avviare un'attività di somministrazione di alimenti e bevande a favore dei soli soci, ai sensi dell'art. 2 d.p.r. 235/2001, da parte di associazione affiliata e con caratteristiche di ente non commerciale conformato alle clausole di cui all' art. 111, comma 4-quinques TUIR
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal presidente/socio legale rappresentante del circolo.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 19 legge 241/1990
Art. 111, comma 4-quinques TUIR
Art. 2 d.P.R. n. 235/2001
Regio Decreto n. 773/1931 - TULPS
Legge 287/1991
Decreto legislativo n. 59/2010
D.M. n. 564/1992
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
28) Associazioni e circoli con statuto non conforme al TUIR che aderiscono ad enti o organizzazioni nazionali
  
DESTINATARI
 
Presidenti/soci di circoli privati che intendono avviare un'attività di somministrazione di alimenti e bevande a favore dei soli soci, ai sensi dell'art. 2 d.P.R. 235/2001, da parte di associazione affiliata e con caratteristiche di ente non commerciale non conformato alle clausole di cui all' art. 111, comma 4-quinques TUIR
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la domanda utilizzando l'apposita modulistica recandosi allo sportello unico o spedendo la segnalazione a mezzo posta.
La domanda deve essere firmata dal Presidente/socio legale rappresentante del circolo.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
L'attività può essere iniziata dal momento del rilascio dell'autorizzazione rilasciata ai sensi dell'art. 20 della legge 241/90 e del nulla osta igienico-sanitario. In caso di incompletezza della documentazione potranno essere richieste integrazioni, con interruzione del decorso del termine di conclusione del procedimento, che tornerà a decorrere dalla data di presentazione dei documenti richiesti.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 20 legge 241/1990
Art. 111, comma 4-quinques TUIR
Art. 2 d.P.R. n. 235/2001
Regio Decreto n. 773/1931 - TULPS
Legge 287/1991
Decreto legislativo n. 59/2010
D.M. n. 564/1992
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
29) Associazioni e circoli con statuto conforme al TUIR che non aderiscono ad enti o organizzazioni nazionali
  
DESTINATARI
 
Presidenti/soci di circoli privati che intendono avviare un'attività di somministrazione di alimenti e bevande a favore dei soli soci, ai sensi dell'art. 3 d.P.R. 235/2001, da parte di associazione non affiliata e con caratteristiche di ente non commerciale conformato alle clausole di cui agli artt. 111 e 111-bis TUIR
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la domanda utilizzando l'apposita modulistica recandosi allo sportello unico o spedendo la segnalazione a mezzo posta.
La domanda deve essere firmata dal Presidente/socio legale rappresentante del circolo.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
L'attività può essere iniziata dal momento del rilascio dell'autorizzazione rilasciata ai sensi dell'art. 20 della legge 241/90 e del nulla osta igienico-sanitario. In caso di incompletezza della documentazione potranno essere richieste integrazioni, con interruzione del decorso del termine di conclusione del procedimento, che tornerà a decorrere dalla data di presentazione dei documenti richiesti.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 20 legge 241/1990
Artt. 111 e 111-bis TUIR
Art. 3 d.P.R. n. 235/2001
Regio Decreto n. 773/1931 - TULPS
Legge 287/1991
Decreto legislativo n. 59/2010
D.M. n. 564/1992
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
30) Associazioni e circoli con statuto non conforme al TUIR che non aderiscono ad enti o organizzazioni nazionali
  
DESTINATARI
 
Presidenti/soci di circoli privati che intendono avviare un'attività di somministrazione di alimenti e bevande a favore dei soli soci, ai sensi dell'art. 3 d.P.R. 235/2001, da parte di associazione non affiliata e con caratteristiche di ente non commerciale non conformato alle clausole di cui agli artt. 111 e 111-bis TUIR.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la domanda utilizzando l'apposita modulistica recandosi allo sportello unico o spedendo la segnalazione a mezzo posta.
La domanda deve essere firmata dal Presidente/socio legale rappresentante del circolo.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
L'attività può essere iniziata dal momento del rilascio dell'autorizzazione rilasciata ai sensi dell'art. 20 della legge 241/90 e del nulla osta igienico-sanitario. In caso di incompletezza della documentazione potranno essere richieste integrazioni, con interruzione del decorso del termine di conclusione del procedimento, che tornerà a decorrere dalla data di presentazione dei documenti richiesti.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 20 legge 241/1990
Artt. 111 e 111-bis TUIR
Art. 3 d.P.R. n. 235/2001
Regio Decreto n. 773/1931 - TULPS
Legge 287/1991
Decreto legislativo n. 59/2010
D.M. n. 564/1992
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
31) Esercizi pubblici - Apertura
  
DESTINTARI
 
Imprenditori che intendono aprire/modificare un pubblico esercizio per la somministrazione di alimenti e bevande.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Testo unico leggi di pubblica sicurezza adottato con Regio Decreto n. 773/31.
Legge n. 287/1991 o legge regionale disciplinante la materia.
Regolamento concernente i criteri di sorvegliabilità dei locali adottato con Decreto Ministero Interni del 17 dicembre 1992, n. 564.
D.lgs. 26 marzo 2010, n.59-Attuazione della direttiva 2006/123/CE, meglio conosciuta come direttiva Bolkestein.
 
NOTE
 
L'autorizzazione per l'attività mantiene la natura di licenza di polizia, ai sensi dell'art. 86 T.U.L.P.S., ed è pertanto soggetta all'accertamento delle condizioni di sorvegliabilità.
In base alla clausola di cedevolezza di cui all'art. 84 del d. lgs. 26 marzo 2010, n.59, le disposizioni di tale decreto, anche in materia di somministrazione di alimenti e bevande, si applicano fino alla data di entrata in vigore della normativa di attuazione della direttiva 2006/123/CE (c.d. Bolkestein) adottata da ciascuna regione e provincia autonoma.
 
32) Esercizi pubblici - Particolari attività di somministrazione
  
DESTINATARI
 
Gli imprenditori che intendono avviare l'attività di somministrazione di alimenti e bevande per particolari categorie di utenti, in particolare:
a) al domicilio del consumatore;
b) negli esercizi annessi ad alberghi, pensioni, locande o ad altri complessi ricettivi, limitatamente alle prestazioni rese agli alloggiati;
c) negli esercizi posti nelle aree di servizio delle autostrade e nell'interno di stazioni ferroviarie, aeroportuali e marittime;
d) negli esercizi di cui all'art. 5, comma 1, lettera e), legge 287/91, nei quali sia prevalente l'attività congiunta di trattenimento e svago;
e) nelle mense aziendali e negli spacci annessi ai circoli cooperativi e degli enti a carattere nazionale le cui finalità assistenziali sono riconosciute dal Ministero dell'interno;
f) esercitate in via diretta a favore dei propri dipendenti da amministrazioni, enti o imprese pubbliche;
g) nelle scuole; negli ospedali; nelle comunità religiose; in stabilimenti militari delle Forze di polizia e del Corpo nazionale dei vigili del fuoco;
h) nei mezzi di trasporto pubblico. 
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Testo unico leggi di pubblica sicurezza adottato con Regio Decreto n. 773/31.
Legge n. 287/1991 o legge regionale disciplinante la materia.
Regolamento concernente i criteri di sorvegliabilità dei locali adottato con Decreto Ministero Interni del 17 dicembre 1992, n. 564.
D.lgs. 26 marzo 2010, n.59-Attuazione della direttiva 2006/123/CE, meglio conosciuta come direttiva Bolkestein.
 
NOTE
 
L'autorizzazione per l'attività mantiene la natura di licenza di polizia, ai sensi dell'art. 86 T.U.L.P.S., ed è pertanto soggetta all'accertamento delle condizioni di sorvegliabilità.
In base alla clausola di cedevolezza di cui all'art. 84 del D.Lgs. 26 marzo 2010, n.59, le disposizioni di tale decreto, anche in materia di somministrazione di alimenti e bevande, si applicano fino alla data di entrata in vigore della normativa di attuazione della direttiva 2006/123/CE (c.d. Bolkestein) adottata da ciascuna regione e provincia autonoma.
 
33) Esercizi pubblici - Sale giochi
  
DESTINATARI
 
Imprenditori che intendono aprire un'attività di sala giochi. 
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la domanda/dichiarazione di persona o per posta presso l'ufficio sotto indicato, utilizzando l'apposita modulistica.
La domanda/dichiarazione deve essere firmata dal titolare/legale rappresentante dell'attività.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
L'attività può essere iniziata trascorsi 30 giorni dalla data di presentazione della DIA, previa comunicazione di effettivo inizio dell'attività.
Nel caso la documentazione allegata alla comunicazione sia incompleta sono previste sospensioni del procedimento.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Testo Unico Leggi di P.S. (artt. 86 e 110)
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
34) Esercizi pubblici - Sale giochi
  
DESTINATARI
 
Imprenditori che intendono aprire un'attività di sala giochi. 
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la domanda/dichiarazione di persona o per posta presso l'ufficio sotto indicato, utilizzando l'apposita modulistica.
La domanda/dichiarazione deve essere firmata dal titolare/legale rappresentante dell'attività.
 
TEMPI DI RISOSTA
 
L'attività può essere iniziata trascorsi 30 giorni dalla data di presentazione della DIA, previa comunicazione di effettivo inizio dell'attività.
Nel caso la documentazione allegata alla comunicazione sia incompleta sono previste sospensioni del procedimento.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Testo Unico Leggi di P.S. (artt. 86 e 110)
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
35) Esercizi pubblici - Sospensione attività
  
DESTINATARI
 
Imprenditori che intendono sospendere l'attività di somministrazione di alimenti e bevande.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la comunicazione di persona o per posta presso il SUAP, utilizzando l'apposita modulistica.
La dichiarazione deve essere firmata dal titolare/legale rappresentante dell'attività.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
Non sono previsti tempi di risposta essendo la decorrenza immediata.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Legge n. 287/1991 o legge regionale disciplinante la materia.
R.D. n. 773/1931 (TULPS)
D.Lgs. 26 marzo 2010, n. 58 - Attivazione della direttiva 2009/123/CE, meglio conosciuta come direttiva Bolkstein.
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
36) Esercizi pubblici - Subingresso - Variazioni - Cessazione
  
DESTINATARI
 
Gli imprenditori che intendono subentrare, ampliare o ridurre la superficie di vendita, effettuare variazioni relative al legale rappresentante e alla persona in possesso dei requisiti professionali o cessare l'attività di somministrazione di alimenti e bevande.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purché il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Testo unico leggi di pubblica sicurezza adottato con Regio Decreto n. 773/31.
Legge n. 287/1991 o legge regionale disciplinante la materia.
Regolamento concernente i criteri di sorvegliabilità dei locali adottato con Decreto Ministero Interni del 17 dicembre 1992, n. 564.
D.Lgs. 26 marzo 2010, n.59-Attuazione della direttiva 2006/123/CE, meglio conosciuta come direttiva Bolkestein.
 
NOTE
 
L'autorizzazione per l'attività mantiene la natura di licenza di polizia, ai sensi dell'art. 86 T.U.L.P.S., ed è pertanto soggetta all'accertamento delle condizioni di sorvegliabilità.
In base alla clausola di cedevolezza di cui all'art. 84 del D.Lgs. 26 marzo 2010, n.59, le disposizioni di tale decreto, anche in materia di somministrazione di alimenti e bevande, si applicano fino alla data di entrata in vigore della normativa di attuazione della direttiva 2006/123/CE (c.d. Bolkestein) adottata da ciascuna regione e provincia autonoma.
 
37) Esercizi pubblici - Trasferimenti di sede
  
DESTINATARI
 
Imprenditori che intendono trasferire la sede del proprio pubblico esercizio di somministrazione di alimenti e bevande in altri locali.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Testo unico leggi di pubblica sicurezza adottato con Regio Decreto n. 773/31.
Legge n. 287/1991 o legge regionale disciplinante la materia.
Regolamento concernente i criteri di sorvegliabilità dei locali adottato con Decreto Ministero Interni del 17 dicembre 1992, n. 564.
D.lgs. 26 marzo 2010, n.59-Attuazione della direttiva 2006/123/CE, meglio conosciuta come direttiva Bolkestein
 
NOTE
 
L'autorizzazione per l'attività mantiene la natura di licenza di polizia, ai sensi dell'art. 86 T.U.L.P.S., ed è pertanto soggetta all'accertamento delle condizioni di sorvegliabilità.
In base alla clausola di cedevolezza di cui all'art. 84 del d. lgs. 26 marzo 2010, n.59, le disposizioni di tale decreto, anche in materia di somministrazione di alimenti e bevande, si applicano fino alla data di entrata in vigore della normativa di attuazione della direttiva 2006/123/CE (c.d. Bolkestein) adottata da ciascuna regione e provincia autonoma.
 
38) Agenzie d'affari
 
DESTINATARI
 
Imprenditori che intendono aprire o trasferire di sede un'agenzia d'affari relativa ad una delle attività di seguito elencate (l'elenco riguarda le tipologie che si presentano con maggior frequenza):
- Abbonamenti a giornali e riviste
- Prestiti su pegno
- Informazioni commerciali
- Allestimento ed organizzazione di spettacoli
- Organizzazione di mostre ed esposizioni di prodotti, mercati e vendite televisive per conto terzi
- Collocamento complessi di musica leggera e agenzie teatrali
- Organizzazione di congressi, riunioni, feste
- Compravendita di autoveicoli e motoveicoli usati a mezzo mandato o procura a vendere
- Organizzazione di servizi per la comunità, ovvero ricerca di affari o clienti per conto di artigiani, professionisti e prestatori di mano d'opera
- Compravendita - esposizione di cose usate od oggetti d'arte o di antiquariato su mandato di terzi
- Prenotazione e vendita di biglietti per spettacoli e manifestazioni
- Disbrigo pratiche amministrative inerenti il rilascio di documenti o certificazioni
- Pubblicità
- Disbrigo pratiche infortunistiche e assicurative
- Raccolta di informazioni a scopo di divulgazione mediante bollettini o simili mezzi
- Spedizioni
- Deposito bagagli
- Gestione e servizi immobiliari
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 115 Testo Unico Leggi di P.S. R. D. 18 giugno 1931, n. 773
 
NOTE 
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false
 
39) Attività dello spettacolo viaggiante
  
DESTINATARI
 
Soggetti che devono ottenere una nuova licenza (anche temporanea) in merito alla propria attività di spettacolo viaggiante/circo.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la dichiarazione di persona o per posta presso l'ufficio
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
Il tempo massimo previsto per il rilascio di licenza è di 180 giorni:
- licenza di spettacolo viaggiante per i residenti 10 giorni
- licenza temporanea di spettacolo viaggiante 30 giorni
- subingresso in licenza di spettacolo viaggiante 30 giorni
- licenze temporanee luna park di primavera 180 giorni
- conversioni luna park di primavera 30 giorni
Nel caso la documentazione allegata alla comunicazione sia incompleta sono previste sospensioni del procedimento.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 69 Testo Unico Leggi di P.S., legge n. 337/1968
 
NOTE 
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
Silenzio assenso non previsto
 
40) Esercizi pubblici - Apparecchi automatici
  
DESTINATARI
 
Coloro che intendono installare apparecchi automatici in aree aperte al pubblico, negli esercizi pubblici per la somministrazione di alimenti e bevande, nei locali degli esercizi di commercio al dettaglio e per l'attività di spettacolo viaggiante (in questo caso possono essere installati esclusivamente gli apparecchi di cui al comma 7 dell'art. 110 TULPS).
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
Il diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 19 legge 241/1990, artt. 86 e 110 TULPS. (R.D. 18 giugno 1931, n. 773)
 
NOTE 
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
41) Esercizi pubblici - Pubblico Spettacolo
  
DESTINATARI
 
Imprenditori che intendono aprire un'attività di pubblico spettacolo (teatro, cinema, ecc.).
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line; continuerà, in ogni caso, a essere possibile presentare tutti i tipi di pratica secondo le consuete modalità, su modello cartaceo, recandosi allo sportello unico o spedendo la segnalazione a mezzo posta.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 19 legge 241/1990, artt. 68 e 69 e 80 TULPS. (R.D. 18 giugno 1931, n. 773)
Legge 287/91
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
 
42) Esercizi pubblici - Pubblico Spettacolo Temporaneo
  
DESTINATARI
 
Imprenditori che intendono aprire un'attività temporanea di pubblico spettacolo.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line; continuerà, in ogni caso, a essere possibile presentare tutti i tipi di pratica secondo le consuete modalità, su modello cartaceo, recandosi allo sportello unico o spedendo la segnalazione a mezzo posta.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 19 legge 241/1990, artt. 69 e 80 TULPS. (R.D. 18 giugno 1931, n. 773)
Legge 287/91
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
43) Esercizi pubblici - Sale giochi
  
DESTINATARI
 
Imprenditori che intendono aprire un'attività di sala giochi.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 19 legge 241/1990, artt. 86 e 110 TULPS. (R.D. 18 giugno 1931, n. 773)
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
44) Noleggio autobus con conducente
  
DESTINATARI
 
Imprenditori che intendono avviare un'attività di noleggio di autobus con conducente.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line; continuerà, in ogni caso, a essere possibile presentare tutti i tipi di pratica secondo le consuete modalità, su modello cartaceo, recandosi allo sportello unico o spedendo la segnalazione a mezzo posta.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 19 legge 241/1990
R.D. 18 giugno 1931, n. 773 - TULPS
Art. 5 D.Lgs. 218/2003
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
45) Pubblica sicurezza - Apparati ricetrasmittenti di debole potenza
  
DESTINATARI
 
Coloro che intendono utilizzare apparati ricetrasmittenti di debole potenza
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
d.P.R. 29/03/1973, n. 156, artt. 334 e 403
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
46) Pubblica sicurezza - Falò tradizionale
  
DESTINATARI
 
Coloro che intendono accendere un falò tradizionale.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la domanda di persona o per posta presso l'ufficio sotto indicato, utilizzando l'apposita modulistica.
La domanda deve essere firmata dal titolare/legale rappresentante dell'attività.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
L'attività può essere iniziata al rilascio dell'autorizzazione amministrativa.
In caso di incompletezza della documentazione possono essere richieste integrazioni, il decorso dei termini viene interrotto e decorre dalla data di presentazione dei documenti richiesti.
SILENZIO ASSENSO
90 gg.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 57 TULPS approvato con R.D. n. 773/1931
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
47) Pubblica sicurezza - Fotografi ambulanti e studi fotografici
  
DESTINATARI
 
Coloro che intendono accendere un svolgere l'attività di fotografo ambulante o aprire studi fotografici.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato deve dare informazione tempestiva di esercizio dell'arte fotografica. Può presentare l'informazione di persona o per posta presso l'ufficio sotto indicato, utilizzando l'apposita modulistica.
L'informazione deve essere firmata dal titolare/legale rappresentante dell'attività.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
L'attività può essere iniziata dopo la presentazione della informazione di cui sopra.
In caso di incompletezza della documentazione possono essere richieste integrazioni dei documenti richiesti.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
D.Lgs. 31.03.1998, n. 112, art. 164
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
48) Pubblica sicurezza - Fuochi d'artificio
  
DESTINATARI
 
Coloro che intendono accendere fuochi d'artificio.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la domanda di persona o per posta presso l'ufficio sotto indicato, utilizzando l'apposita modulistica.
La domanda deve essere firmata dal titolare/legale rappresentante dell'attività.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
L'attività può essere iniziata al rilascio dell'autorizzazione amministrativa.
In caso di incompletezza della documentazione possono essere richieste integrazioni, il decorso dei termini viene interrotto e decorre dalla data di presentazione dei documenti richiesti.
SILENZIO ASSENSO
90 gg.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 57 TULPS approvato con R.D. n. 773
Art. 703 C.P. - Accensioni ed esplosioni pericolose
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
49) Pubblica sicurezza - Internet point e phone center
  
DESTINATARI
 
Coloro che intendono aprire un internet point/phone center.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 7 D.L. 27 luglio 2005, n. 144 convertito in legge 31 luglio 2005, n. 155
Art. 50 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267
Deliberazione n. 467/00/CONS del 19 luglio 2000 dell'Autorità Garante della Comunicazione
Deliberazione n. 102/03/CONS del 15 aprile 2003
Circolare Ministero Interno n. 557/2005
Decreto Ministero Interno 16 agosto 2005
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
50) Pubblica sicurezza - Istruttore di tiro a segno - Direttore di tiro a segno
  
DESTINATARI
 
Coloro che intendono svolgere l'attività di istruttore-direttore di tiro a segno.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la domanda di autorizzazione, di persona o per posta, allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La domanda deve essere firmata dal titolare/legale rappresentante dell'attività.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
L'attività può essere iniziata al rilascio dell'autorizzazione amministrativa.
In caso di incompletezza della documentazione possono essere richieste integrazioni, il decorso dei termini viene interrotto e decorre dalla data di presentazione dei documenti richiesti.
SILENZIO ASSENSO
90 gg.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 163 D.Lgs. 31.03.1998, n. 112
Art. 31 legge 18.04.1975, n. 110
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
51) Pubblica sicurezza - Lotteria, Tombola e/o Pesca di beneficenza
  
DESTINATARI
 
Coloro che intendono effettuare lotterie, tombole o pesche di beneficenza.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
L'attività può essere iniziata trascorsi 30 giorni dalla data di presentazione della SCIA, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi e dei relativi nulla osta.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Artt. 46 e 47 del d.P.R. 455/2000 e d.P.R. 26 ottobre 2001, n 430 (art. 14, c.1).
 
NOTE
 
E' previsto l'obbligo di comunicare l'effettuazione della manifestazione di sorte anche all'Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato.
La predetta comunicazione, deve essere trasmessa all'Ispettorato Compartimentale dei Monopoli di Stato competente per territorio per il rilascio del prescritto nulla-osta, prima di dar corso alla manifestazione e comunque prima della comunicazione al Sindaco e al Prefetto (circolare AAMS 2004/4632/COALTT del 14 aprile 2004).
Decorsi 30 giorni dalla ricezione della comunicazione da parte dell'A.A.M.S. senza l'emissione di un provvedimento espresso, il nulla-osta si intende comunque rilasciato.
Entro lo stesso termine l'A.A.M.S. può espressamente subordinare il rilascio del nulla-osta all'ottemperanza di specifiche prescrizioni, ovvero comunicarne il diniego.
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
52) Pubblica sicurezza - Mestiere di fochino
  
DESTINATARI
 
Coloro che intendono esercitare l'attività di 'Fochino' per il brillamento delle mine con innesto a fuoco e/o elettrico.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la domanda di persona o per posta presso l'ufficio sotto indicato, utilizzando l'apposita modulistica.
La domanda deve essere firmata dal titolare/legale rappresentante dell'attività.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
L'attività può essere iniziata al rilascio dell'autorizzazione amministrativa..
In caso di incompletezza della documentazione possono essere richieste integrazioni, il decorso dei termini viene interrotto e decorre dalla data di presentazione dei documenti richiesti.
SILENZIO ASSENSO
90 gg.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
D.P.R. 19.03.1956, n. 302, art. 27
D.Lgs. 31.03.1998, n. 112, art. 163
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
53) Pubblica sicurezza - Ospitalità stranieri
  
DESTINATARI
 
Chiunque, a qualsiasi titolo, dà alloggio ovvero ospita uno straniero o apolide, anche se parente o affine, o lo assume per qualsiasi causa alle proprie dipendenze ovvero cede allo stesso la proprietà o il godimento di beni immobili, rustici o urbani, posti nel territorio dello Stato, è tenuto a darne comunicazione scritta, entro quarantotto ore, all'autorità locale di pubblica sicurezza.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la COMUNICAZIONE di persona o per posta presso l'ufficio indicato, utilizzando l'apposita modulistica.
La domanda deve essere firmata dal titolare/legale rappresentante dell'attività o comunque da chi da' ospitalità ad uno straniero.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
Non sono previste risposte.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 7 D.Lgs. 25.07.1998, n. 286
(R.D. 18 giugno 1931, n. 773, art. 147)
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
Le violazioni delle disposizioni di cui all'art. 7 del D.Lgs. 286/1998 sono soggette alla sanzione amministrativa da 160 a 1.100 euro.
 
54) Pubblica sicurezza - Palestre
  
DESTINATARI
 
Imprenditori che intendono aprire una palestra
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Testo Unico Leggi di P.S. .R.D. 773/31 T.U.L.P.S.
Regolamenti comunali di polizia urbana, d'igiene ed edilizio
 
NOTE
 
Il Comune può assoggettare a S.C.I.A. l'apertura delle palestre, ai sensi dei regolamenti di Polizia urbana e d'igiene.
Le palestre che svolgono solo l'attività ginnica non sono soggette al nulla osta della Commissione Provinciale di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo. Tuttavia, necessitano del certificato di prevenzione incendi se la capienza è superiore alle 100 persone.
Altri procedimenti utili:
- Nulla osta sanitario: la richiesta deve essere presentata contestualmente alla domanda di apertura/modifica di palestra
il suo ottenimento è indispensabile per l'inizio dell'attività
- Opere edilizie da realizzarsi sui locali destinati all'esercizio dell'attività e certificato di abitabilità: le opere edilizie devono essere svolte ed ultimate prima della presentazione delle comunicazioni e domande, i locali devono altresì essere in possesso del certificato di abitabilità o equipollente
la richiesta per le opere edilizie deve essere presentata dal proprietario dei locali
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
 
55) Pubblica sicurezza - Rimessa veicoli
  
DESTINATARI
 
Imprenditori che intendono aprire una rimessa di veicoli.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 19 legge 241/1990
R.D. 18 giugno 1931, n. 773 - TULPS
d.P.R. 19 dicembre 2001 n. 480
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
56) Pubblica sicurezza - Riprese cinematografiche
  
DESTINATARI
 
Coloro che intendono effettuare riprese cinematografiche o televisive.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 164, comma 1, lett. b) del D.Lgs. 31.03.1998, n. 112
Art. 76 TULPS, approvato con R.D. 18.06.1931, n. 773
 
NOTE
 
L'attività è stata liberalizzata a seguito dell'abrogazione delle norme del TULPS.
Chi intende far eseguire in luogo pubblico o aperto al pubblico riprese cinematografiche o televisive deve darne preventivo avviso scritto al Sindaco.
L'avviso deve contenere:
- le generalità del responsabile delle troupe e l'indicazione del numero dei componenti della stessa
- il tema trattato e il titolo del lavoro
- il periodo di riprese (giorni ed orari)
- la natura degli obiettivi delle riprese
- l'indicazione delle eventuali possibilità di interruzione del traffico stradale.
L'interessato, unitamente all'avviso, dovrà richiedere le necessarie autorizzazioni in materia di suolo pubblico e il consenso, nei casi previsti dalla legge, di altre eventuali autorità competenti
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
57) Pubblica sicurezza - Strumenti da punta e da taglio
  
DESTINATARI
 
Coloro che intendono vendere strumenti da punta e da taglio.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la domanda di persona o per posta presso l'ufficio sotto indicato, utilizzando l'apposita modulistica.
La domanda deve essere firmata dal titolare/legale rappresentante dell'attività.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
L'attività può essere iniziata al rilascio dell'autorizzazione amministrativa. In caso di incompletezza della documentazione possono essere richieste integrazioni, il decorso dei termini viene interrotto e decorre dalla data di presentazione dei documenti richiesti.
SILENZIO ASSENSO
90 gg.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 163 D.Lgs. 31.03.1998, n. 112
Art. 37 TULPS approvato con R.D. n. 773/1931
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
58) Pubblica sicurezza - Tipografie e arti grafiche
  
DESTINATARI
 
Imprenditori che intendono aprire una tipografia o un laboratorio di arti grafiche.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 164 D.Lgs. 31.03.1998, n. 112
Legge 15.04.2004, n. 106
 
NOTE
 
Le attività di arte tipografica e litografica sono disciplinate dalla sola normativa sull'artigianato.
Le tipografie che stampano documenti fiscali devono essere autorizzate dal Ministero delle finanze.
Il regolamento comunale di Polizia Amministrativa può assoggettare lo svolgimento dell'attività a preventiva S.C.I.A.
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.