Comune di ATTIGLIANO

Ufficio Polizia Locale

Servizio associato Attigliano - Giove - Penna in Teverina - Guardea

Centrale operativa: Comune di Attigliano

polizialocale@pec.comunediattigliano.gov.it   
 
SERVIRE UNA COMUNITA': E' opinione comune che le funzioni dell'Agente di Polizia Municipale si limitino alla viabilità ed alla regolazione del traffico. In realtà le attività della Polizia Municipale sono più complesse e si ricollegano alle funzioni di Polizia Amministrativa, Giudiziaria e di Sicurezza che in base alle disposizioni di legge. Nell'ambito del territorio comunale, essa svolge, in via primaria, compiti di tutela dei beni municipali, vigila sul regolare andamento dei servizi pubblici nonchè sul regolare andamento della vita sociale, della libertà e della sicurezza dei cittadini. Garantisce il servizio di vigilanza nelle pubbliche manifestazioni e collabora con le altre forze di polizia nel mantenimento dell'ordine pubblico. Assicura la tutela territorio, adoperandosi affinchè non vengano commessi abusi in materia edilizia e ambientale. Effettua l'attività di accertamento per conto del Comune (accertamenti anagrafici, ecc.) Collabora in generale con tutti gli organi sovracomunali che hanno compiti di vigilanza in campo igienico-sanitario, veterinario, ambientale, ordine pubblico, tutela del lavoro, ecc.... Svolge, nel territorio di competenza, i compiti di Polizia Stradale, effettuando controlli, rilasciando pareri e svolgendo l'attività di rilevazione di incidenti stradali. E' in rapporto diretto con la Magistratura ordinaria per tutto quanto attiene alle attività di Polizia Giudiziaria. Provvede all'educazione stradale nelle scuole anche ai fini del conseguimento del patentino per ciclomotori. In pratica la Polizia Municipale è lo strumento istituzionale necessario al Comune per la prevenzione, la repressione ed il controllo degli illeciti circoscritti nell'ambito del territorio comunale. L'attività della Polizia Municipale risulta tanto più proficua quando il cittadino collabora con essa.

 
SERVIZI AL CITTADINO  
  
RICEZIONE DENUNCE: 
CONTATTARE I NUMERI IN EPIGRAFE PER APPUNTAMENTO OPPURE DALLE 09:00 
 
ALLE 13:00 TUTTI I GIORNI FERIALI PRESSO L'UFFICIO DI ATTIGLIANO. 
 
RILASCIO PERMESSI: 
 
PRESENTAZIONE DOCUMENTI: 
CONTATTARE I NUMERI IN EPIGRAFE PER APPUNTAMENTO OPPURE DALLE 09:00 ALLE 13:00
 
TUTTI I GIORNI FERIALI PRESSO L'UFFICIO DI ATTIGLIANO.
  
SERVIZI O RICHIESTE VARIE:
 
 
 
NUMERI UTLI:
 
 
(risponditore automatico, tenere pronto il numero della patente da verificare)
 
INDICE DEI SERVIZI

POLIZIA LOCALE
 
1) ANAGRAFE CANINA-ISCRIZIONE, CANCELLAZIONE
2) CONCESSIONE DI PASSO CARRABILE
3) ORGANIZZAZIONE MANIFESTAZIONI SPORTIVE COMPETITIVE O NON COMPETITIVE
4) RICHIESTA CHIUSURA STRADE
5) RICHIESTA E RINNOVO CONTRASSEGNI INVALIDI
6) RICORSI
7) RILASCIO DOCUMENTAZIONE INCIDENTI STRADALI
 
COMMERCIO POLIZIA AMMINISTRATIVA:
 
8) AGENZIE D'AFFARI
9) ATTIVITÀ DELLO SPETTACOLO VIAGGIANTE
10) ESERCIZI PUBBLICI-APPARECCHI AUTOMATICI
11) ESERCIZI PUBBLICI-PUBBLICO SPETTACOLO
12) ESERCIZI PUBBLICI-PUBBLICO SPETTACOLO TEMPORANEO
13) ESERCIZI PUBBLICI-SALE GIOCHI
14) NOLEGGIO AUTOBUS CON CONDUCENTE
15) PUBBLICA SICUREZZA-APPARATI RICETRASMITTENTI DI DEBOLE POTENZA
16) PUBBLICA SICUREZZA-FALO TRADIZIONALE
17) PUBBLICA SICUREZZA-FOTOGRAFI AMBULANTI E STUDI FOTOGRAFICI
18) PUBBLICA SICUREZZA-FUOCHI D'ARTIFICIO
19) PUBBLICA SICUREZZA-INTERNET POINT E PHONE CENTER
20) PUBBLICA SICUREZZA-ISTRUTTORE TIRO A SEGNO-DIRETTORE
21) PUBBLICA SICUREZZA-LOTTERIA TOMBOLA PESCA BENEFICENZA
22) PUBBLICA SICUREZZA-MESTIERE DI FOCHINO
23) PUBBLICA SICUREZZA-OSPITALITA STRANIERI
24) PUBBLICA SICUREZZA-PALESTRE
25) PUBBLICA SICUREZZA-RIMESSA VEICOLI
26) PUBBLICA SICUREZZA-RIPRESE CINEMATOGRAFICHE
27) PUBBLICA SICUREZZA-STRUMENTI DA PUNTA E TAGLIO
28) PUBBLICA SICUREZZA-TIPOGRAFIA E ARTI GRAFICHE
 
1) Anagrafe canina - iscrizione, cancellazione
  
INFORMAZIONI
 
I proprietari devono iscrivere i propri cani in apposito registro tenuto dal comune.
Ad ogni cane viene assegnato un numero di codice di riconoscimento che dovrà essere impresso da un veterinario. Il sanitario rilascerà apposita dichiarazione da consegnare presso il competente ufficio comunale.
Allo stesso ufficio deve essere dichiarata anche la cessione del cane e la morte.
 
COSA SERVE
 
Deve essere presentata apposita domanda.
 
QUANDO
 
Entro trenta giorni dalla nascita, dal possesso oppure dalla cessione o dalla morte.
 
DOVE
 
La dichiarazione deve essere resa presso l'ufficio anagrafe canina.
 
2) Concessione di passo carrabile
  
INFORMAZIONI
 
Per l'apertura di accessi per l'immissione di veicoli da un'area privata laterale alla strada ad uso pubblico è obbligatorio l'autorizzazione del proprietario della strada (Comune, Provincia, ecc.).
I passi carrabili devono essere individuati con l'apposito segnale, previa autorizzazione del proprietario della strada.
Anche le trasformazioni di accessi e le variazioni nell'uso devono essere preventivamente autorizzate.
Devono essere regolarizzati anche gli accessi o le diramazioni già esistenti.
 
COSA SERVE
 
domanda di apertura o di variazione;
copia di un documento di identità;
planimetria dell'area interessata;
ricevuta del versamento di ?. .... quale rimborso costo del segnale.
 
QUANDO
 
Prima della realizzazione
 
DOVE
 
La domanda va presentata all'ufficio tecnico e successivamente all'ufficio polizia municipale per ottenere il segnale riportante il numero della concessione.
In caso di danneggiamento, smarrimento o furto, può essere chiesto un nuovo segnale.
E' possibile chiedere il subingresso nell'autorizzazione.
 
3) Organizzazione manifestazioni sportive, competitive o non competitive
  
INFORMAZIONI
 
Per organizzare manifestazioni sportive, competitive o non competitive, che si svolgono su strada nel territorio comunale è necessario chiedere l'autorizzazione al Sindaco.
La richiesta di autorizzazione, ai sensi dell'art. 9 del Codice della Strada, va presentata almeno ... giorni prima della manifestazione al comando Polizia Municipale. I moduli sono disponibili presso il comando e possono essere scaricati dal sito.
Nella richiesta va specificata la natura competitiva/non competitiva ed il percorso della manifestazione, nonché la disponibilità della scorta tecnica.
Se la manifestazione prevede l'istituzione del divieto di sosta o la chiusura, anche temporanea, di strade, si deve presentare una richiesta di ordinanza al comando Polizia Municipale.
 
DOVE
 
All'ufficio Polizia Municipale.
 
4) Richiesta chiusura strade
  
INFORMAZIONI
 
In occasione di manifestazioni o di lavori che intralcino o impediscano il regolare svolgimento del transito, può essere chiesta l'emissione di ordinanza che imponga obblighi, divieti o limitazione all'utilizzo di strade aperte al pubblico.
La richiesta può essere presentata da singoli cittadini, da ditte, associazioni o enti pubblici.
 
COSA SERVE
 
Domanda con l'esatta indicazione del tratto di strada o piazza interessata o del periodo interessato.
Può essere utile allegare una planimetria.
 
DOVE
 
La richiesta deve essere presentata presso l'ufficio polizia municipale. 
 
5) Richiesta e rinnovo contrassegni invalidi
  
INFORMAZIONI
 
I veicoli addetti al servizio di persone invalide possono circolare e sostare nelle zone a traffico limitato, nelle aree pedonali o dove la sosta è vietata o vincolata a tempo o a pagamento, purché non costituisca pericolo o intralcio. Possono, altresì, sostare negli spazi riservati di colore giallo che siano contraddistinti da apposita cartellonistica.
Per poter usufruire delle suindicate agevolazioni gli interessati devono esporre nell'auto, ben visibile, l'apposito contrassegno.
Il contrassegno, che ha una validità di cinque anni, è valido in tutti i Comuni italiani e negli altri Paesi dell'Unione europea.
 
COSA SERVE
 
- domanda;
- certificato medico rilasciato dall'ufficio medico - legale dell'Azienda U.S.L., attestante che l'interessato è affetto da una patologia che limita la capacità di deambulazione;
- copia di un documento di identità del richiedente;
- per il rinnovo allegare anche il contrassegno scaduto.
 
DOVE
 
La richiesta deve essere presentata presso l'ufficio polizia municipale. 
 
6) Ricorsi
  
INFORMAZIONI
 
Per presentare ricorso al Prefetto si può compilare e presentare entro 60 giorni dalla contestazione o notificazione del verbale il modulo prestampato disponibile presso il Comando di Polizia Municipale e disponibile anche sul sito, allegando il relativo verbale.
In alternativa, il ricorso può essere presentato al Giudice di Pace di ...... entro 30 giorni
Se il verbale (preavviso sul parabrezza) viene pagato prima della notifica e dell'invio a casa del bollettino da parte della Polizia Municipale, non si devono pagare costi aggiuntivi per la notifica.
Se il verbale viene pagato dopo che è stato notificato ed inviato a casa c'è una maggiorazione dovuta a spese postali e procedurali.
Se il verbale non viene pagato entro 60 giorni dal giorno della notifica l'importo viene raddoppiato.
In mancanza di pagamento la sanzione verrà riscossa coattivamente con le maggiorazioni di legge.
 
7) Rilascio documentazione incidenti stradali
  
INFORMAZIONI
 
In caso di incidente stradale rilevato dagli agenti della polizia municipale di questo comune, è possibile chiedere copia del fascicolo relativo al sinistro.
 
COSA SERVE
 
- Documento di identità;
- Domanda di rilascio delle copie, con l'esatta indicazione all'incidente;
- Copia del versamento effettuato per il rilascio delle copie;
- Nulla osta della competente Procura della Repubblica per incidenti con lesioni;
- Ricevuta attestante il versamento del costo de documenti.
- Eventuale richiesta tramite P.E.C.
 
DOVE
 
La richiesta deve essere presentata presso l'ufficio polizia municipale. L'ufficio è in possesso della modulistica necessaria.
 
8) Agenzie d'affari
 
DESTINATARI
 
Imprenditori che intendono aprire o trasferire di sede un'agenzia d'affari relativa ad una delle attività di seguito elencate (l'elenco riguarda le tipologie che si presentano con maggior frequenza):
- Abbonamenti a giornali e riviste
- Prestiti su pegno
- Informazioni commerciali
- Allestimento ed organizzazione di spettacoli
- Organizzazione di mostre ed esposizioni di prodotti, mercati e vendite televisive per conto terzi
- Collocamento complessi di musica leggera e agenzie teatrali
- Organizzazione di congressi, riunioni, feste
- Compravendita di autoveicoli e motoveicoli usati a mezzo mandato o procura a vendere
- Organizzazione di servizi per la comunità, ovvero ricerca di affari o clienti per conto di artigiani, professionisti e prestatori di mano d'opera
- Compravendita - esposizione di cose usate od oggetti d'arte o di antiquariato su mandato di terzi
- Prenotazione e vendita di biglietti per spettacoli e manifestazioni
- Disbrigo pratiche amministrative inerenti il rilascio di documenti o certificazioni
- Pubblicità
- Disbrigo pratiche infortunistiche e assicurative
- Raccolta di informazioni a scopo di divulgazione mediante bollettini o simili mezzi
- Spedizioni
- Deposito bagagli
- Gestione e servizi immobiliari
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 115 Testo Unico Leggi di P.S. R. D. 18 giugno 1931, n. 773
 
NOTE 
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false
 
9) Attività dello spettacolo viaggiante
  
DESTINATARI
 
Soggetti che devono ottenere una nuova licenza (anche temporanea) in merito alla propria attività di spettacolo viaggiante/circo.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la dichiarazione di persona o per posta presso l'ufficio
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
Il tempo massimo previsto per il rilascio di licenza è di 180 giorni:
- licenza di spettacolo viaggiante per i residenti 10 giorni
- licenza temporanea di spettacolo viaggiante 30 giorni
- subingresso in licenza di spettacolo viaggiante 30 giorni
- licenze temporanee luna park di primavera 180 giorni
- conversioni luna park di primavera 30 giorni
Nel caso la documentazione allegata alla comunicazione sia incompleta sono previste sospensioni del procedimento.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 69 Testo Unico Leggi di P.S., legge n. 337/1968
 
NOTE 
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
Silenzio assenso non previsto
 
10) Esercizi pubblici - Apparecchi automatici
  
DESTINATARI
 
Coloro che intendono installare apparecchi automatici in aree aperte al pubblico, negli esercizi pubblici per la somministrazione di alimenti e bevande, nei locali degli esercizi di commercio al dettaglio e per l'attività di spettacolo viaggiante (in questo caso possono essere installati esclusivamente gli apparecchi di cui al comma 7 dell'art. 110 TULPS).
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
Il diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 19 legge 241/1990, artt. 86 e 110 TULPS. (R.D. 18 giugno 1931, n. 773)
 
NOTE 
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
11) Esercizi pubblici - Pubblico Spettacolo
  
DESTINATARI
 
Imprenditori che intendono aprire un'attività di pubblico spettacolo (teatro, cinema, ecc.).
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line; continuerà, in ogni caso, a essere possibile presentare tutti i tipi di pratica secondo le consuete modalità, su modello cartaceo, recandosi allo sportello unico o spedendo la segnalazione a mezzo posta.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 19 legge 241/1990, artt. 68 e 69 e 80 TULPS. (R.D. 18 giugno 1931, n. 773)
Legge 287/91
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
 
12) Esercizi pubblici - Pubblico Spettacolo Temporaneo
  
DESTINATARI
 
Imprenditori che intendono aprire un'attività temporanea di pubblico spettacolo.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line; continuerà, in ogni caso, a essere possibile presentare tutti i tipi di pratica secondo le consuete modalità, su modello cartaceo, recandosi allo sportello unico o spedendo la segnalazione a mezzo posta.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 19 legge 241/1990, artt. 69 e 80 TULPS. (R.D. 18 giugno 1931, n. 773)
Legge 287/91
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
13) Esercizi pubblici - Sale giochi
  
DESTINATARI
 
Imprenditori che intendono aprire un'attività di sala giochi.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 19 legge 241/1990, artt. 86 e 110 TULPS. (R.D. 18 giugno 1931, n. 773)
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
14) Noleggio autobus con conducente
  
DESTINATARI
 
Imprenditori che intendono avviare un'attività di noleggio di autobus con conducente.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line; continuerà, in ogni caso, a essere possibile presentare tutti i tipi di pratica secondo le consuete modalità, su modello cartaceo, recandosi allo sportello unico o spedendo la segnalazione a mezzo posta.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 19 legge 241/1990
R.D. 18 giugno 1931, n. 773 - TULPS
Art. 5 D.Lgs. 218/2003
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
15) Pubblica sicurezza - Apparati ricetrasmittenti di debole potenza
  
DESTINATARI
 
Coloro che intendono utilizzare apparati ricetrasmittenti di debole potenza
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
d.P.R. 29/03/1973, n. 156, artt. 334 e 403
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
16) Pubblica sicurezza - Falò tradizionale
  
DESTINATARI
 
Coloro che intendono accendere un falò tradizionale.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la domanda di persona o per posta presso l'ufficio sotto indicato, utilizzando l'apposita modulistica.
La domanda deve essere firmata dal titolare/legale rappresentante dell'attività.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
L'attività può essere iniziata al rilascio dell'autorizzazione amministrativa.
In caso di incompletezza della documentazione possono essere richieste integrazioni, il decorso dei termini viene interrotto e decorre dalla data di presentazione dei documenti richiesti.
SILENZIO ASSENSO
90 gg.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 57 TULPS approvato con R.D. n. 773/1931
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
17) Pubblica sicurezza - Fotografi ambulanti e studi fotografici
  
DESTINATARI
 
Coloro che intendono accendere un svolgere l'attività di fotografo ambulante o aprire studi fotografici.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato deve dare informazione tempestiva di esercizio dell'arte fotografica. Può presentare l'informazione di persona o per posta presso l'ufficio sotto indicato, utilizzando l'apposita modulistica.
L'informazione deve essere firmata dal titolare/legale rappresentante dell'attività.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
L'attività può essere iniziata dopo la presentazione della informazione di cui sopra.
In caso di incompletezza della documentazione possono essere richieste integrazioni dei documenti richiesti.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
D.Lgs. 31.03.1998, n. 112, art. 164
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
18) Pubblica sicurezza - Fuochi d'artificio
  
DESTINATARI
 
Coloro che intendono accendere fuochi d'artificio.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la domanda di persona o per posta presso l'ufficio sotto indicato, utilizzando l'apposita modulistica.
La domanda deve essere firmata dal titolare/legale rappresentante dell'attività.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
L'attività può essere iniziata al rilascio dell'autorizzazione amministrativa.
In caso di incompletezza della documentazione possono essere richieste integrazioni, il decorso dei termini viene interrotto e decorre dalla data di presentazione dei documenti richiesti.
SILENZIO ASSENSO
90 gg.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 57 TULPS approvato con R.D. n. 773
Art. 703 C.P. - Accensioni ed esplosioni pericolose
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
 
19) Pubblica sicurezza - Internet point e phone center
  
DESTINATARI
 
Coloro che intendono aprire un internet point/phone center.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 7 D.L. 27 luglio 2005, n. 144 convertito in legge 31 luglio 2005, n. 155
Art. 50 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267
Deliberazione n. 467/00/CONS del 19 luglio 2000 dell'Autorità Garante della Comunicazione
Deliberazione n. 102/03/CONS del 15 aprile 2003
Circolare Ministero Interno n. 557/2005
Decreto Ministero Interno 16 agosto 2005
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
 
20) Pubblica sicurezza - Istruttore di tiro a segno - Direttore di tiro a segno
  
DESTINATARI
 
Coloro che intendono svolgere l'attività di istruttore-direttore di tiro a segno.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la domanda di autorizzazione, di persona o per posta, allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La domanda deve essere firmata dal titolare/legale rappresentante dell'attività.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
L'attività può essere iniziata al rilascio dell'autorizzazione amministrativa.
In caso di incompletezza della documentazione possono essere richieste integrazioni, il decorso dei termini viene interrotto e decorre dalla data di presentazione dei documenti richiesti.
SILENZIO ASSENSO
90 gg.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 163 D.Lgs. 31.03.1998, n. 112
Art. 31 legge 18.04.1975, n. 110
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
21) Pubblica sicurezza - Lotteria, Tombola e/o Pesca di beneficenza
  
DESTINATARI
 
Coloro che intendono effettuare lotterie, tombole o pesche di beneficenza.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
L'attività può essere iniziata trascorsi 30 giorni dalla data di presentazione della SCIA, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi e dei relativi nulla osta.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Artt. 46 e 47 del d.P.R. 455/2000 e d.P.R. 26 ottobre 2001, n 430 (art. 14, c.1).
 
NOTE
 
E' previsto l'obbligo di comunicare l'effettuazione della manifestazione di sorte anche all'Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato.
La predetta comunicazione, deve essere trasmessa all'Ispettorato Compartimentale dei Monopoli di Stato competente per territorio per il rilascio del prescritto nulla-osta, prima di dar corso alla manifestazione e comunque prima della comunicazione al Sindaco e al Prefetto (circolare AAMS 2004/4632/COALTT del 14 aprile 2004).
Decorsi 30 giorni dalla ricezione della comunicazione da parte dell'A.A.M.S. senza l'emissione di un provvedimento espresso, il nulla-osta si intende comunque rilasciato.
Entro lo stesso termine l'A.A.M.S. può espressamente subordinare il rilascio del nulla-osta all'ottemperanza di specifiche prescrizioni, ovvero comunicarne il diniego.
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
22) Pubblica sicurezza - Mestiere di fochino
  
DESTINATARI
 
Coloro che intendono esercitare l'attività di 'Fochino' per il brillamento delle mine con innesto a fuoco e/o elettrico.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la domanda di persona o per posta presso l'ufficio sotto indicato, utilizzando l'apposita modulistica.
La domanda deve essere firmata dal titolare/legale rappresentante dell'attività.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
L'attività può essere iniziata al rilascio dell'autorizzazione amministrativa..
In caso di incompletezza della documentazione possono essere richieste integrazioni, il decorso dei termini viene interrotto e decorre dalla data di presentazione dei documenti richiesti.
SILENZIO ASSENSO
90 gg.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
D.P.R. 19.03.1956, n. 302, art. 27
D.Lgs. 31.03.1998, n. 112, art. 163
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
23) Pubblica sicurezza - Ospitalità stranieri
  
DESTINATARI
 
Chiunque, a qualsiasi titolo, dà alloggio ovvero ospita uno straniero o apolide, anche se parente o affine, o lo assume per qualsiasi causa alle proprie dipendenze ovvero cede allo stesso la proprietà o il godimento di beni immobili, rustici o urbani, posti nel territorio dello Stato, è tenuto a darne comunicazione scritta, entro quarantotto ore, all'autorità locale di pubblica sicurezza.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la COMUNICAZIONE di persona o per posta presso l'ufficio indicato, utilizzando l'apposita modulistica.
La domanda deve essere firmata dal titolare/legale rappresentante dell'attività o comunque da chi da' ospitalità ad uno straniero.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
Non sono previste risposte.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 7 D.Lgs. 25.07.1998, n. 286
(R.D. 18 giugno 1931, n. 773, art. 147)
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
Le violazioni delle disposizioni di cui all'art. 7 del D.Lgs. 286/1998 sono soggette alla sanzione amministrativa da 160 a 1.100 euro.
 
24) Pubblica sicurezza - Palestre
  
DESTINATARI
 
Imprenditori che intendono aprire una palestra
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Testo Unico Leggi di P.S. .R.D. 773/31 T.U.L.P.S.
Regolamenti comunali di polizia urbana, d'igiene ed edilizio
 
NOTE
 
Il Comune può assoggettare a S.C.I.A. l'apertura delle palestre, ai sensi dei regolamenti di Polizia urbana e d'igiene.
Le palestre che svolgono solo l'attività ginnica non sono soggette al nulla osta della Commissione Provinciale di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo. Tuttavia, necessitano del certificato di prevenzione incendi se la capienza è superiore alle 100 persone.
Altri procedimenti utili:
- Nulla osta sanitario: la richiesta deve essere presentata contestualmente alla domanda di apertura/modifica di palestra
il suo ottenimento è indispensabile per l'inizio dell'attività
- Opere edilizie da realizzarsi sui locali destinati all'esercizio dell'attività e certificato di abitabilità: le opere edilizie devono essere svolte ed ultimate prima della presentazione delle comunicazioni e domande, i locali devono altresì essere in possesso del certificato di abitabilità o equipollente
la richiesta per le opere edilizie deve essere presentata dal proprietario dei locali
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
25) Pubblica sicurezza - Rimessa veicoli
  
DESTINATARI
 
Imprenditori che intendono aprire una rimessa di veicoli.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 19 legge 241/1990
R.D. 18 giugno 1931, n. 773 - TULPS
d.P.R. 19 dicembre 2001 n. 480
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
26) Pubblica sicurezza - Riprese cinematografiche
  
DESTINATARI
 
Coloro che intendono effettuare riprese cinematografiche o televisive.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 164, comma 1, lett. b) del D.Lgs. 31.03.1998, n. 112
Art. 76 TULPS, approvato con R.D. 18.06.1931, n. 773
 
NOTE
 
L'attività è stata liberalizzata a seguito dell'abrogazione delle norme del TULPS.
Chi intende far eseguire in luogo pubblico o aperto al pubblico riprese cinematografiche o televisive deve darne preventivo avviso scritto al Sindaco.
L'avviso deve contenere:
- le generalità del responsabile delle troupe e l'indicazione del numero dei componenti della stessa
- il tema trattato e il titolo del lavoro
- il periodo di riprese (giorni ed orari)
- la natura degli obiettivi delle riprese
- l'indicazione delle eventuali possibilità di interruzione del traffico stradale.
L'interessato, unitamente all'avviso, dovrà richiedere le necessarie autorizzazioni in materia di suolo pubblico e il consenso, nei casi previsti dalla legge, di altre eventuali autorità competenti
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
27) Pubblica sicurezza - Strumenti da punta e da taglio
  
DESTINATARI
 
Coloro che intendono vendere strumenti da punta e da taglio.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la domanda di persona o per posta presso l'ufficio sotto indicato, utilizzando l'apposita modulistica.
La domanda deve essere firmata dal titolare/legale rappresentante dell'attività.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
L'attività può essere iniziata al rilascio dell'autorizzazione amministrativa. In caso di incompletezza della documentazione possono essere richieste integrazioni, il decorso dei termini viene interrotto e decorre dalla data di presentazione dei documenti richiesti.
SILENZIO ASSENSO
90 gg.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 163 D.Lgs. 31.03.1998, n. 112
Art. 37 TULPS approvato con R.D. n. 773/1931
 
NOTE
 
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.
 
28) Pubblica sicurezza - Tipografie e arti grafiche
  
DESTINATARI
 
Imprenditori che intendono aprire una tipografia o un laboratorio di arti grafiche.
 
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
L'interessato può presentare la segnalazione certificata di inizio attività indirizzata allo sportello unico per le attività produttive utilizzando l'apposita modulistica.
La segnalazione deve essere firmata dal titolare dell'attività, in caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.
Dal giorno 29 marzo 2011 si possono presentare le segnalazioni certificate di inizio attività anche on-line.
Gli imprenditori, i professionisti e le associazioni di categoria che intenderanno avvalersi del canale on-line, dovranno essere in possesso delle credenziali di affidabilità, di casella di posta elettronica certificata - PEC e di firma digitale. I professionisti e le associazioni di categoria che presenteranno scia per conto di soggetti terzi, dovranno allegare una procura speciale sottoscritta dal rappresentante e scansionata.
 
TEMPI DI RISPOSTA
 
ll diritto all'esercizio dell'attività è automatico e pertanto la stessa può essere iniziata dalla data di presentazione della SCIA di cui all'art. 19 della legge 241/90, purchè il titolare risulti in possesso dei requisiti soggettivi, dei relativi nulla osta e abbia la disponibilità dei conformi locali sede dell'attività.
In caso di incompletezza della documentazione, qualora la segnalazione venga presentata in modello cartaceo, potranno essere richieste integrazioni. Qualora la segnalazione venga presentata priva di elementi essenziali, non potrà essere esaminata e, pertanto, sarà dichiarata irricevibile e archiviata. Le scia incomplete, pervenute in modalità on-line, soggette a un controllo formale al momento della loro presentazione saranno dichiarate irricevibili.
 
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
 
Art. 164 D.Lgs. 31.03.1998, n. 112
Legge 15.04.2004, n. 106
 
NOTE
 
Le attività di arte tipografica e litografica sono disciplinate dalla sola normativa sull'artigianato.
Le tipografie che stampano documenti fiscali devono essere autorizzate dal Ministero delle finanze.
Il regolamento comunale di Polizia Amministrativa può assoggettare lo svolgimento dell'attività a preventiva S.C.I.A.
Sono previste le sanzioni di cui all'art. 483 del Codice Penale in caso di dichiarazioni e attestazioni false.